Suche

Login

Verband der Europäischen Laminatbodenhersteller e.V.

Scheda tecnica EPLF aggiornata "Materiali di sottofondo" - Come scegliere il sottofondo adeguato per un pavimento in laminato

elni1903

Dopo la pubblicazione della norma EN 16354, l'associazione EPLF ha aggiornato la scheda tecnica: "Materiali di sottofondo per pavimenti in laminato - Norme di controllo e parametri". Il documento è un ottimo ausilio per la scelta dei sottofondi idonei per i pavimenti in laminato destinati a diverse applicazioni. Sul sito web dell'associazione EPLF (www.eplf.com) è disponibile, per il download gratuito, la nuova scheda tecnica in formato PDF, in tedesco e inglese. A breve la scheda sarà disponibile anche in francese, olandese e polacco.

Cosa si deve osservare nella posa del laminato su sottofondi riscaldati o raffreddati? Che caratteristiche deve avere un sottofondo per essere resistente a diverse sollecitazioni, come mobili pesanti, sedie da ufficio con rotelle o urti vari? Quale dovrebbe essere il livello minimo per l'attenuazione del rumore da calpestio di un sottofondo? La scheda tecnica EPLF fornisce le informazioni necessarie a produttori, fornitori, progettisti, posatori, rivenditori e consumatori finali interessati. L'obiettivo è sempre lo stesso: ottenere un'interazione tra gli elementi nel "sistema pavimento in laminato", tale da garantire il massimo comfort e il miglior livello di sicurezza d'uso possibile. 

In generale l'intero sistema, ossia la combinazione di pavimento in laminato e sottofondo per la posa, deve soddisfare i requisiti posti dal cliente, sia nel settore privato che in quello commerciale. Un ruolo fondamentale lo rivestono le caratteristiche strutturali del fabbricato e del sottofondo, come pure l'uso previsto e i requisiti acustici.

La scheda tecnica riporta una serie di simboli d'uso comune, illustra il significato delle abbreviazioni tecniche e indica i valori tecnici di riferimento per valutare l'efficienza e la durevolezza di un sottofondo. Da tutto ciò si ricavano i criteri per la scelta dei materiali di sottofondo più idonei per la posa flottante di un pavimento in laminato. Per eventuali raccomandazioni specifiche, ci si basa sui valori minimi e sui parametri per requisiti particolari. Le regole evidenziate a colori sono un valido ausilio pratico per la valutazione.

Caratteristiche rivalutate

In passato, alcuni valori come densità e spessore venivano usati come parametri di riferimento per la valutazione, ad esempio "alta densità = buone proprietà meccaniche" oppure "spessore elevato = buona reazione al calpestio". Recenti ricerche hanno dimostrato che non è sempre vero. Un sottofondo realizzato con materiale A a bassa densità, ad esempio, può essere molto più resistente alla pressione rispetto a un sottofondo in materiale B a densità maggiore. 

Solitamente, più un sottofondo è spesso, più è morbido. Le deformazioni eccessive possono danneggiare irreparabilmente il sistema di incastro a click o il pannello portante in HDF delle doghe di laminato. La capacità del sottofondo di supportare il sistema di raccordo viene espressa con l'indice CS (resistenza alla pressione/Compressive Strength). Maggiore è l'indice CS, più il sottofondo è in grado di proteggere il sistema di raccordo e di opporsi alla formazione o rottura delle fughe. Un indice CS di almeno 10 kPa garantisce ai pavimenti in laminato una stabilità meccanica sufficiente. Per requisiti severi, è necessario un indice di almeno 60 kPa. 

A differenza del calpestio (percezione del rumore nei locali sottostanti o adiacenti), il riverbero è il rumore che si percepisce nel locale stesso in cui si cammina. Sulla base della norma EN 16205, è stata sviluppata una procedure di prova per i pavimenti in laminato, che determina il "livello di rumore percepito" di un pavimento e lo esprime con l'indice RWS (radiated walking sound reduction). Minore è l'indice RWS di un sottofondo, minore è la percezione del riverbero nel locale.

Nella norma EN 16354 questi aspetti vengono tenuti in considerazione con la scelta di metodi di prova idonei. La scheda tecnica EPLF descrive i requisiti che ne derivano per i materiali di sottofondo. In allegato al documento, viene fornita una tabella che riassume i requisiti dei sottofondi. Un valido aiuto nella scelta del sottofondo più idoneo per ottimizzare il sistema di pavimento in laminato e prolungarne la durata.
www.eplf.com

Figura
Didascalia
elni1903_b1:
Nuova edizione 2019: informazioni gratuite in forma sintetica sono riportate nella scheda tecnica EPLF "Materiali di sottofondo per pavimenti in laminato - Norme di controllo e parametri". – Foto: EPLF

Kontakt Presse

EPLF®
Verband der Europäischen Laminatbodenhersteller e.V.
Anke Wöhler
Pressereferentin
awatphmeyer [dot] de

Mittelstr. 50
33602 Bielefeld
Tel. +49 (0) 521 96533-39
Fax +49 (0) 521 96533-11

Mehr erfahren
Mehr erfahren
elne1903_b1.jpg
Mehr erfahren
Download

elni1903_b1: Nuova edizione 2019: informazioni gratuite in forma sintetica sono riportate nella scheda tecnica EPLF "Materiali di sottofondo per pavimenti in laminato - Norme di controllo e parametri". – Foto: EPLF

Nach Oben