Cerca

Login

Associazione europea dei produttori di pavimenti in laminato
EPLF Flexibilität

Versatilità

Impiego universale

Il laminato è un prodotto altamente flessibile. È possibile spostarlo da un locale all'altro o persino combinare tra loro gli elementi decorativi dello stesso produttore.

Un pavimento per ogni esigenza
Grazie alla varietà degli elementi decorativi e delle classi di utilizzo, il laminato soddisfa ogni esigenza. Per ogni campo d'impiego esiste un prodotto adeguato: basta capire quali sono le esigenze specifiche. 

Il laminato può essere posato personalmente, senza bisogno di particolare manualità. Non richiede incollaggio, ma va posato flottante su un sottofondo - preferibilmente su una base idonea. Le doghe vengono unite tra loro con un sistema a incastro, che consente di rimuovere il pavimento senza difficoltà in qualsiasi momento. Così è possibile portare con se il pavimento in caso di trasloco o far sostituire le parti danneggiate da un posatore. Nella maggioranza dei casi, i costruttori di laminati di qualità forniscono le doghe di ricambio per anni dopo l'acquisto.

EPLF® Laminat vielseitig einzusetzen

Versatilità

Impiego universale

Posa fai-da-te

Smaltimento e riciclaggio

Posa fai-da-te

Per chi ama il fai-da-te, il laminato è divertimento puro. Gli intelligenti sistemi di incastro a click rendono la posa del laminato un gioco da ragazzi.

Semplice, rapido, pulito
Nessun pavimento è facile da posare come un pavimento in laminato. Ciononostante, si raccomanda di leggere le istruzioni di posa dopo l'acquisto e di lasciare acclimatare il laminato per 24 ore nella stanza in cui andrà posato. Il laminato è costituito principalmente da legno, pertanto, prima della posa, si deve adattare alle condizioni di temperatura e umidità dell'ambiente.

Il fondo
Per la posa flottante degli elementi di un pavimento in laminato, sono adatti praticamente tutti i fondi idonei per la posa di un comune rivestimento, ad esempio tutti i tipi di massetto, compresi gli strati di ripartizione del carico del riscaldamento a pavimento, i pannelli truciolati, i pannelli in cartongesso, i pavimenti realizzati con assi di legno e quelli con rivestimento duro (pietra, ceramica, plastica ecc.). Ecco la regola base per la posa di un pavimento in laminato: il fondo deve avere le caratteristiche necessarie per consentire una posa precisa del pavimento, secondo le istruzioni del costruttore.

Le nostre schede tecniche EPLF contengono informazioni esaustive: 

Maggiori info: EPLF® Posa degli elementi dei pavimenti in laminato

Maggiori info: EPLF® Materassini di sottofondo

Il laminato ideale per ogni ambiente
Se selezionati con le dovute caratteristiche, i robusti pavimenti in laminato, di facile manutenzione, sono adatti per l'uso domestico ma anche per quello industriale e artigianale, nonché per gli uffici e gli studi medici. Su richiesta, i costruttori offrono doghe con sistema fonoassorbente anticalpestio integrato e caratteristiche speciali, come superfici antistatiche, maggiore protezione contro i micrograffi grazie l'impiego della tecnologia a fascio di elettroni o superfici con particolare effetto antiscivolo, per l'impiego nelle aree d'ingresso o di lavoro. Gli innovativi sistemi di protezione contro l'umidità consentono la posa dei pavimenti in laminato anche nei bagni e nelle cucine: la particolare composizione del pannello e il trattamento impregnante dello strato protettivo riducono il rigonfiamento, mentre un sigillante protegge i bordi dei singoli elementi. Infine, le tecniche di posa brevettate assicurano fughe perfette. In sostanza, i pavimenti in laminato sono una valida e calda alternativa alle comuni piastrelle.

Best Practices: la posa del laminato

  • Iniziare a posare per prova due o tre file di doghe. Allineare le doghe tenendole dritte e inclinate, in modo che scanalatura e linguetta facciano presa. La prima doga di una fila dovrebbe essere lunga almeno 40 cm. I cunei garantiscono una distanza dalla parete di almeno 8 mm, per consentire la dilatazione.
  • Quindi, occorre calcolare come gestire la posa in larghezza. Le doghe dell'ultima fila devono risultare larghe almeno 5 cm, in caso contrario occorre tagliare le doghe della 1a fila.
  • Quindi, collegare a incastro tutte le doghe, fino a posare l'intero pavimento. Se la superficie di posa supera il valore di 8-10 metri in lunghezza o in larghezza, è necessario prevedere una fuga di dilatazione.
  • Posare le doghe dell'ultima fila con la linguetta rivolta verso la parete, con il decoro verso l'alto, esattamente sulla penultima fila. Prendere un pezzo di scarto, passarlo lungo la parete e segnare la distanza dalla parete con una matita sulla fila di doghe in alto. Calcolare una distanza di almeno 8 mm dalla parete, tracciare di nuovo una riga con la matita e tagliare la doga a misura sul lato lungo con un seghetto. Come già detto, le doghe dell'ultima fila devono essere larghe almeno 5 cm. Incastrare il tutto con il palanchino ed è fatta!
  • Ora mancano solo i listelli che, secondo il sistema, vanno avvitati o inseriti a innesto. Si tratta dei listelli di finitura tra le doghe e le pareti. I costruttori offrono una serie di prodotti con vari elementi decorativi coordinati.

I residui di posa e il laminato eventualmente smontato possono essere facilmente smaltiti.

Maggiori info: Scheda EPLF per la posa dei pavimenti in laminato (PDF)

EPLF® Laminat selbst zu verlegen

Smaltimento e riciclaggio

Il laminato non è impegnativo. Prodotto con materie prime naturali al 100%, il laminato può essere smaltito insieme ai rifiuti domestici o persino riciclato. 

Nessun pericolo di inquinamento ambientale
Le singole doghe o i gli scarti di posa possono essere tranquillamente gettati tra i rifiuti domestici. Le quantità più grandi, come i pavimenti completi smontati, possono essere smaltiti presso un centro di raccolta o di riciclaggio.

Non è un rifiuto speciale
Il laminato rientra nella categoria dei rifiuti ingombranti e può essere smaltito presso un centro di riciclaggio termico o di materiale. Pertanto, i pavimenti in laminato non rientrano nella categoria dei "rifiuti speciali", tanto costosi da smaltire. Al contrario: in teoria è possibile persino bruciare il laminato nel camino di casa, visto che è costituito prevalentemente da legno e non contiene sostanze nocive. In questo caso, rispettare le normative locali in materia!

Meglio ancora il riciclaggio
I nuovi processi consentono il riciclaggio dei pavimenti in laminato: ridotti a trucioli, possono essere reinseriti quasi completamente nel processo di produzione. Come substrati di coltura, i trucioli possono essere impiegati persino nell'agricoltura e nel giardinaggio.

EPLF® Laminat entsorgen und recyceln
Scorrere in su